Chi siamo

I nostri cani

I nostri gatti

Altri animali...

Chi siamo

L'attività dell'ENPA è svolta a titolo volontario e gratuito

Storicamente l'ENPA è la prima associazione protezionistica italiana, nata nel 1871 quando Giuseppe Garibaldi, su invito di una nobildonna inglese, la contessa di Southerland lady Anna Winter, incaricò il Dottor Timoteo Riboli, suo medico personale, di costituire una società per la protezione degli animali. Nacque così la Società Reale per la Protezione degli Animali, da cui nel 1938 venne costituito l'Ente Nazionale Protezione Animali che, il 19 maggio del 1954 ottenne il riconoscimento di personalità giuridica di diritto pubblico operando in stretta collaborazione con il Ministero dell'Interno.

Nel 1979 l'ENPA ha mutato la veste giuridica trasformandosi da ente di diritto pubblico a ente di diritto privato e in quell'anno, per conseguenza, venne anche sciolto il Corpo Nazionale delle Guardie Zoofile con la qualifica di Agenti di Pubblica Sicurezza, ricostituito nel 1986, con funzione di Agenti di Polizia Giudiziaria, dal Ministero dell'Interno, sentito il parere favorevole della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Consiglio di Stato.

Dal 2004 ENPA è una ONLUS, ai sensi del Decreto Legislativo 460/97.

Oggigiorno, le oltre 120 sezioni e delegazioni dell'ENPA coprono l'intero territorio nazionale, con competenze provinciali e sotto il controllo della sede centrale, che è a Roma.

L'ENPA non gode di contributi pubblici; le uniche entrate che ci consentono di fare ciò che facciamo derivano dalle quote associative e dalle offerte spontanee.

Il personale dirigente è volontario e tutte le cariche elettive sono gratuite.

L'ENPA resta l'unico ente protezionistico riconosciuto dallo Stato Italiano, con la precisa finalità della Protezione e Tutela degli Animali.

Cosa facciamo

La Sezione di Treviso (con l'attuale sede a Conegliano) è sorta nell'agosto 2004 e, dal 2006, la nostra azione si è svolta su diversi fronti.

Cani

In particolare il nostro impegno è rivolto all'accoglienza e al successivo affidamento di animali abbandonati in particolare privilegiando i cani anziani che, diversamente, finirebbero i loro giorni in canile mentre, diversi altri, per poterli affidare, sono da noi ospitati, curati e sterilizzati a ns. spese. Capita sovente di riuscire a farli adottare anche fuori regione (Friuli e Trentino) e fuori provincia, percorrendo centinaia di km per consegnarli alle famiglie. Ogni cane viene seguito e controllato con uno specifico post-affido.
Inoltre, sempre più spesso, ci occupiamo di risolvere situazioni prive di risposta istituzionale che vedono coinvolti privati cittadini alle prese con le più disparate problematiche. A causa di decessi dei proprietari, di sfratti esecutivi, di perdita del lavoro, di ospedalizzazioni, di cambi d'abitazione, di carcerazioni, di casi sociali, ecc., sono costretti a separarsi dai loro animali e ci chiedono di trovargli una nuova adozione.

Da gennaio 2014 abbiamo in gestione il Rifugio di Ponzano Veneto dove confluiscono i cani abbandonati dei comuni delle ex Ulss 8-9.

Agli interventi locali va aggiunto il grande impegno dei volontari nel "Progetto Spagna" che ha prodotto, dalla fine 2010 ad oggi, l'aver sottratto dalle terribili perreras spagnole (dove dopo 10 giorni vengono soppressi) e ridato la vita di diverse centinaia di cani in particolare levrieri - portati in Italia e fatti adottare.

La media di affidi che riusciamo ad effettuare, comprendendo le ns. strutture, il Progetto Spagna e i privati, ammonta a ca. 500 cani/anno.

Gatti

Va precisato che, se per i cani sono previsti luoghi per il ricovero, per i gatti la normativa non prevede nulla nonostante l'abbandono di quest'ultimi, in termini numerici, valga dal doppio al triplo rispetto ai cani, un fenomeno che noi stimiamo essere, in provincia, dai 3.000 ai 5.000 gatti all'anno.

Dal 2006, con diverse vicissitudini e diversi traslochi, gestiamo un gattile, l'unico della provincia, nel quale vengono dirottati gran parte dei gattini trovati per strada. Poiché a tale fenomeno, diversamente dai cani, per i gatti abbandonati le istituzioni fanno il Ponzio Pilato, lavandosene le mani.
Purtroppo, l'amara realtà, è che ad ogni primavera, infuocata dalle nascite incontrollate, tra la struttura e le case dei volontari, arriviamo ad accogliere punte di qualche centinaio di gatti abbandonati sostenendo una spesa media, tra cure riabilitative, interventi chirurgici, antiparassitari, vermifughi, vaccini, sterilizzazioni, alimentazione ecc., di ca. 1.700 – 2.000€/mese.
Gli ingressi e gli affidi, superano i seicento all’anno.

L'ENPA tutela le colonie feline sul territorio dei comuni dell'Ulss 7, eseguendo ogni anno, il loro censimento, la cattura di centinaia di esemplari e la loro sterilizzazione.

Per raggiungere questo invidiabile numero di affidi e per sostenere le ingenti spese, abbiamo allestito una rete operativa molto varia che, oltre all'attività quotidiana già descritta sopra, vanno aggiunte:
• un paio di Feste del Bastardino all'anno – coronate da decine di adozioni ciascuna;
• diverse decine di tavoli informativi per adozioni e raccolta fondi, nelle piazze e Centri commerciali di tutta la provincia;
• una Manifestazione teatrale e un Mercatino dell'usato;
• un paio di cene di beneficienza;
• diversi eventi occasionali frutto del momento. o su invito a partecipare, come, mostre di quadri, presentazione di libri, spritz party ecc.

Anfibi in migrazione

Con i ns. volontari e semplici volenterosi cittadini, dal 2003 ci occupiamo del salvataggio degli anfibi in migrazione ai Laghi di Revine e sul Montello.
Ogni anno, nel periodo Febbraio- Aprile, tutte le sere per almeno un mese di seguito, si presidiano le strade per raccogliere rospi e rane e farli attraversare indenni dall'altro lato senza il rischio di essere travolti e schiacciati dalle auto. Finora sono stati salvati oltre 500.000 esemplari.
Scopri il Progetto anfibi »

Selvatici

Grazie alla stretta collaborazione con il CFS - CITES, e Animals Asia Italia, si è riusciti a trovare adeguata e definitiva sistemazione, sia nel nostro Paese che all'estero, a diversi animali sottratti da situazioni difficili di maltrattamento in zoo, circhi e privati. Orsi, Linci, Volpi, Lupi, Tartarughe di terra e d'acqua ora possono vivere il resto della loro vita con serenità in strutture idonee.

Maltrattamenti

Raccogliamo segnalazioni e ci facciamo promotori di verificare, per mezzo dei volontari e delle nostre Guardie Zoofile, centinaia di casi di maltrattamento all'anno. Gestiamo svariate casistiche, in proprio o in collaborazione con le Forze dell'ordine, in genere con il C F S e i Servizi Veterinari delle varie Ulss. Il più delle volte si risolvono con l'adozione di prescrizioni mediante semplici accorgimenti da parte dei proprietari, in altri casi è necessario il ricorsa alla Magistratura.
Per segnalarci un maltrattamento vedi link nella barra in alto.

Sociale

In collaborazione con il SIL (Servizio Integrazione Lavorativa) offriamo la disponibilità delle ns. strutture per progetti personalizzati d'inserimento sociale in un ambito lavorativo a persone con problemi di disabilità e particolarmente svantaggiate e, in collaborazione con il SERT ospitiamo come volontari persone che stanno percorrendo un cammino per uscire dalla tossicodipendenza.

Altra offerta, grazie all’accordo tra Enpa e Ministero della Giustizia, è la possibilità di svolgere c/o le ns. strutture lavori socialmente utili.

All'Istituto Penale per Minorenni di Treviso, dal 2009 dal 2009 e in collaborazione con l'Ulss 2, si sono realizzati cinque Progetti nei quali, quattro giovani detenuti e quattro cagnolini senza famiglia, hanno svolto un vero e proprio corso di addestramento cinofilo. Un percorso formativo molto utile ai giovani detenuti che ha insegnato loro come diventare educatori.

Inoltre, decine gli interventi tenuti in diversi Istituti scolastici, con lezioni didattiche teorico-pratiche anche con l'ausilio di animali in classe.

La solidarietà non ha confini. L'Enpa a sostegno dei randagi della Bosnia

La sezione ENPA di Treviso, dal 2013, collabora attivamente al “Progetto Bosnia”, iniziativa avviata dall'Enpa Nazionale. Grazie alla fondamentale e continua collaborazione con “Zampa nel Cuore” e “Prijedor Emergency”, che lavorano nel territorio bosniaco, si è creata una vera e propria rete “Salva animali” con periodiche azioni a supporto alle due associazioni bosniache nel fornire loro cibo, medicinali, cucce ecc. e nel favorire l'adozione dei cani e dei gatti in pericolo soppressione.

Una realtà, quella del randagismo in Bosnia, inimmaginabile, dove il degrado e la crudeltà sono all'ordine del giorno. Tuttavia, grazie all'Enpa Nazionale che con tenacia sostiene il progetto a livello istituzionale mantenendo gli importanti contatti con i ministeri e le ambasciate, qualcosa di positivo è avvenuto: ad esempio, nel canile di Kurevo (il rifugio pubblico di Prijedor dove dal 2009 sono stati uccisi 5.400 cani, 800 solo nel 2015), non si fanno più soppressioni mentre e, a Banja Luka sono ultimati i lavori a Casa Drazenka, il rifugio per cani e gatti gestito da Zampa nel Cuore - Sapa U Srcu, di cui l'Enpa ha finanziato la ristrutturazione.

In questo progetto l'Enpa trevigiana gestisce l'aspetto logistico, portando mensilmente ca. 500 kg di cibo, ospitando e facendo adottare i piccoli cagnolini bosniaci. Nel corso di questi anni hanno trovato famiglia a oltre 700 trovatelli.

Puoi aiutare Enpa Onlus a operare direttamente in Bosnia Erzegovina sostenedo le associazioni bosniache. Puoi aiutarci con una donazione a mezzo di un bonifico bancario su: IBAN IT 49T 01030 03313 000000 397038 Intestato a: ENPA- ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI ONLUS, Causale: PROGRAMMA BOSNIA oppure fai una donazione con carta di credito con PayPal cliccando qui: https://enpabih.org/help-donate/

Per qualsiasi altra notizia, foto e filmati vedasi il sito: https://enpabih.org o dal sito www.enpatreviso.it

Organigramma

Presidente

Adriano De Stefano

treviso@enpa.org
Tel. 347.5931683
Per Segnalazioni varie/Info

SEGRETERIA GENERALE - PARTE LEGALE

Claudia Mei

rifugioenpatreviso@enpa.org

Tel. 0422.484019
(da lunedì a venerdì ore 9,00-13,30)

ADOZIONI CANI RIFUGIO PONZANO

Daniela Trevisan

Tel. 347.7380309
(Se non risponde inviare SMS)

Michela Monego

Tel. 338.1452328
(Dopo le 20,00 o inviare SMS)

ADOZIONI CANI RIFUGIO S. LUCIA DI PIAVE

Alessandra Muscari

Tel. 347.3586940
(Se non risponde inviare SMS)

Pierina Doria

Tel. 348.7786959
(Se non risponde inviare SMS)

Anna Scarpis

Tel. 347.9677931
(Se non risponde inviare SMS)

ADOZIONI CANI CANILE DI CISON DI V.

Veronica Spadoni

Tel. 347.3444788
(Dopo le 18,00 o inviare SMS)

ADOZIONI GATTI

Laura Merli

Tel. 392.1939230
(dal lunedì al venerdì ore 09.00/11.00)

Cinzia Maddalena

Tel. 375.5700606
(dal lunedì al venerdì ore 16.30/18.30)

WEEKEND:
Sabato pomeriggio:
Tel. 375.5700606 (ore 15.00/17.30)
Domenica mattina:
Tel. 392.1939230 (ore 09.00 /11.30)

ANIMALI NON D’AFFEZIONE

Valentina Perin

Tel. 338.3000649
(Ore 9,00 - 12,30 o inviare SMS)

VOLONTARIATO

Massimo Bordoni

Tel. 347.6625829
(Dopo le 18,00 o inviare SMS)

MALTRATTAMENTI

Nucleo Operativo di Vigilanza

maltrattamenti.enpatreviso@gmail.com

DONAZIONI - LASCITI

Valentina Perin

Tel. 338.3000649
(Ore 9,00 - 12,30 o inviare SMS)

Ci scusiamo per gli orari ma, poiché siamo tutti volontari, speriamo comprenderete.


Collaborazioni


Nell'ottica di poter migliorare la qualità di vita dei nostri pelosi e per poter crescere professionalmente nel lavoro che svolgiamo con gli animali da tempo collaboriamo con IL CANE ISTRUITO®. Questo ci permette periodicamente di rimanere formati come volontari sulle corrette modalità di comportamento, interazione e relazione con il mondo del cane.


Guarda il video

Guarda il video sulla realtà del rifugio Enpa di Ponzano






Privacy | Powered by Agaweb srl

Informativa della legge sulla privacy

In questa pagina descriviamo le modalità di gestione del sito, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali, a coloro che interagiscono con i servizi web di:
ENPA - Treviso, accessibili per via telematica all’indirizzo: www.enpatreviso.it
L’informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE, hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
IL "TITOLARE" DEL TRATTAMENTO
A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento è la società ENPA - Treviso, con sede legale a Conegliano (TV) in provincia di Treviso, in Via Lourdes, 23 (Italia).
LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI
I dati raccolti tramite la compilazione di form di contatto vengono utilizzati in base al trattamento previsto dalla leggeI trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede della società e sono curati solo da personale autorizzato, o da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (mailing list, newsletter, risposte a quesiti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e non sono comunicate a terzi.
TIPI DI DATI TRATTATI
Dati di navigazione.
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informaticodell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.
Dati forniti volontariamente dall'utente.
L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.
COOKIES
Il sito http://www.enpatreviso.it utilizza cookie per fornire servizi che aumentino e migliorino l'efficacia del sito per le attività online degli utenti.

Come utilizziamo i cookie
Utilizziamo cookie di navigazione anonimi, necessari per consentire agli utenti di navigare correttamente su http://www.enpatreviso.it, utilizzare tutte le funzionalità ed accedere ad aree sicure. Utilizziamo cookie analitici per capire meglio come i nostri utenti utilizzano il sito web, per ottimizzare e migliorare il sito, rendendolo sempre interessante e rilevante per gli utenti.
Queste informazioni sono anonime, e utilizzate solo a fini statistici.
Utilizziamo i cookie commerciali anonimi per mostrarti le nostre pubblicità su altri siti web, in base ai prodotti che hai visualizzato nelle navigazioni precedenti. Questi cookie vengono solitamente inseriti da parti terze di fiducia (come Google attraverso il remarketing per la pubblicità display), tuttavia, ENPA Treviso non consente a tali società di raccogliere informazioni personali relative agli utenti. Ciò significa che sarà garantito l'anonimato e i dati personali non verranno usati da altri siti web o database di marketing.

Come modificare o disattivare le preferenze dei cookie
Puoi consentire la registrazione del nome utente e della password in cookies dopo la chiusura della sessione di navigazione e la loro attivazione al momento della visita successiva e puoi revocare questa autorizzazione in ogni momento, con effetti sul futuro, selezionando gli specifici parametri del browser che permettono di escludere l'attivazione dei cookies, con le seguenti modalità:

Mozilla Firefox:
1. Seleziona menu "Strumenti", poi "Opzioni"
2. Clicca su "Privacy"

Microsoft Internet Explorer:
1. Seleziona "Strumenti", poi "Opzioni Internet"
2. Clicca su "Privacy" (o "Riservatezza")
3. Scegli il livello di privacy desiderato utilizzando il cursore.

Chrome:
1. Seleziona "Strumenti", poi "Impostazioni"
2. Clicca su "Mostra impostazioni avanzate"
3. Nella sezione "Privacy", clicca su "Impostazioni contenuti".

Opera:
1. Seleziona "File", poi "Preferenze"
2. Clicca su "Privacy".

I visitatori possono disattivare Google Analytics per la pubblicità display e personalizzare gli annunci della Rete Display di Google utilizzando la Gestione preferenze annunci.
Per disattivare i cookie di parti terze che consentono la personalizzazione della pubblicità in funzione del comportamento sul sito web puoi visitare i siti www.networkadvertising.org e www.youronlinechoices.com per identificare i membri NAI ( (Network Advertising Initiative) che hanno inserito cookie pubblicitari sul tuo computer. Per usufruire della funzione opt-out dal programma di pubblicità comportamentale di un membro NAI o IAB, spunta la casella corrispondente alla compagnia che desideri escludere.
FACOLTATIVITA' DEL CONFERIMENTO DEI DATI
A parte quanto specificato per i dati di navigazione, il conferimento dei dati contrassegnati con asterisco deve ritenersi obbligatorio per consentire l'erogazione dei servizi in oggetto, mentre il conferimento dei restanti dati è facoltativo e dunque la loro mancanza non produrrà alcuna conseguenza.
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati e non per gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. I dati raccolti, potranno essere utilizzati per conto del titolare del trattamento, dagli amministratori incaricati di svolgere servizi di elaborazione e di corretto svolgimento delle attività del sito.
DIRITTI DEGLI INTERESSATI
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte alla società ENPA - Treviso all'indirizzo treviso@enpa.org.